giovedì 8 marzo 2007

Ancora sul tema equino-sessuale


Recentemente questo blog ha istituito un servizio di statistiche, gestito dalla solerte società Shinystat, ovviamente compartecipata azionariamente dalla Cavalcare Corporation.

Ebbene, dall'esame di alcuni dati, e in particolare dalle risultanze che seguono, è emerso che un significativo numero di visitatori di questo sito, nel corso del mese precedente e dell'attuale, è capitato qui cercando tramite motori di ricerca fatti attinenti i costumi sessuali dei cavalli e, più in generale, l'equinità.

Qui di seguito potete leggere le ricerche relative a febbraio e a marzo.

Orbene, il titolare della Congregazione Apostolica per la Circoncisione delle Cavalle Astemie (C.A.C.C.A.), dott. ing. Munifico Sbracati, ci ha chiesto di pubblicare proprio a questo fine il seguente estratto, volto a incrementare le visite degli interessati alle tematiche equino-erotiche.

Ecco dunque, tratto da siav-itvas, con in corsivo i nostri commenti:

"La SINDROME OVARICA rappresenta un quadro molto peculiare che interessa principalmente le cavalle atlete".

Nota: Vaccarezza è stato azzurro di ovaie.

"Le cause della sindrome vanno ricercate nello stile di vita a cui questi soggetti sono sottoposti, soprattutto nello stress da allenamento, gare sportive, alimentazione rigidamente controllata, mancata attività riproduttiva, e talvolta anche nella somministrazione di prodotti per il potenziamento delle prestazioni sportive, tutti fattori che alterano profondamente l'aspetto psico - comportamentale delle cavalle.

Il dato più caratteristico in questa sindrome è la totale assenza di patologie utero-ovariche, tanto che anche gli esami ecografici risultano essere negativi.

I sintomi clinici evidenziano dolore lombare che si irradia agli arti posteriori, aree lombo - sacrale e coccigea sensibile alla palpazione, andatura rigida, dolore e tensione alla fossa del fianco, soprattutto a sinistra; la palpazione transrettale delle ovaie suscita brusche reazioni".

Sembra un ritratto dell'ingegnere.

In MTC la prevalenza della componente algica fa pensare ad un coinvolgimento degli organi fegato e rene.

Fegato non va inteso, qui, come F.E.G.A.T.O.

[...]

Risultati incoraggianti si ottengono impiegando l'idroagopuntura nei punti 18BL (Ganshu) e 23BL (Shenshu); generalmente in questo tipo di patologie è preferibile impiegare iodio in soluzione oleosa (1,5 - 2,5 ml) inoculato nei punti prescelti.

Di grande ausilio è l'applicazione della moxa sull'area lombo-sacrale.

Benefico è il massaggio transrettale dell'utero, effettuato a mano aperta, applicando una pressione intensa ed uniforme su tutto il corpo dell'utero.
La mano viene mossa prima in senso circolare, quindi viene effettuata una manovra di oscillazione da sinistra a destra e viceversa, sino a che non si percepisce una 'sensazione' tattile di rilassamento delle pareti uterine.

Proveremo quanto prima l'esperimento e vi faremo sapere.

4 commenti:

Francesca ha detto...

puntuale come al solito!

Anonimo ha detto...

Il merito è come sempre della amatissima Cavalla!

Anonimo ha detto...

SONO UN COLLEGA DEL VACCAREZZA QUI IN UFFICIO E' SORTA UNA DOMANDA .
PERCHE IL DOTT.E' STATO NOMINATO AZZURRO DELLE OVAIE ?

POSSIAMO METTERE IN PALIO QUESTO TITOLO?

ZAC

Alberto ha detto...

La spiegazione è stata pubblicata qui: http://cavalcare.blogspot.com/2007/04/vaccarezza-ai-mondiali-di-ovaie.html

Saluti.